Archivio della Categoria : ‘ 1 riga di codice’

Le colonne con incremento automatico di SQL Server

{ Inserito il 21 dic 2011 da maury }

Oggi ho scoperto che le colonne con incremento automatico in SQL Server non sono così ingestibili come pensavo poco tempo fa… infatti si può sapere e modificare qual’è l’id successivo che verrà generato tramite comandi BCC:

Per sapere qual’è il “seed” della tabella:

DBCC checkident ('nome_tabella')

Per reimpostare il “seed” della tabella:

DBCC checkident ('testi', reseed)

Per reimpostare il “seed” della tabella ad un certo valore:

DBCC checkident ('testi', reseed, 144)
Leggi »

Chrome senza Javascript

{ Inserito il 22 ago 2011 da maury }

A volte, soprattutto in fase di testing delle applicazioni web è opportuno lanciare il browser ma in modo che il Javascript non sia abilitato. Con FireFox si può usare il famosissimo plugin No-Script, mentre per eseguire Chrome senza il Javascript abilitato su XP bisogna lanciare da riga di comando

"C:\Documents and Settings\[USERNAME]\Impostazioni locali\
Dati applicazioni\Google\Chrome\
Application\chrome.exe" -disable-javascript

dove “[USERNAME]” è il nome dell’utente che autenticato si sta usando.

Leggi »

Sql server da un backup ad un DB

{ Inserito il 23 nov 2010 da maury }

Se dovete prendere un backup di un DB Sql server fatto da un hosting provider (per esempio usando “mylittlebackup” di Aruba) ed importarlo in un Db locale, troverete un problema: tutti gli oggetti avranno come schema l’utente del database invece che il più standard “dbo”.

Per risolvere, dopo aver importato il DB è necessario eseguire per tutti gli oggetti coinvolti uno script del genere

ALTER SCHEMA dbo TRANSFER Mssql12345.tablename

(dove ‘Mssql12345′ è il nome dell’utente del DB e ‘tablename’ il nome della tabella)

questo risulta noioso se gli oggetti sono tanti, la soluzione più semplice (che non coinvolga cursori e query complesse) è quella di eseguire una query del tipo

SELECT 'ALTER SCHEMA dbo TRANSFER Mssql12345.' + name 
FROM sys.objects 
WHERE type='U'

e di usare il risultato per eseguire la query di aggiornamento dello schema…

Leggi »

WordPress Error – Headers Already Sent

{ Inserito il 11 ott 2010 da maury }
Tags : , ,
Categorie : 1 riga di codice

Se lavorate un po’ con WordPress potreste essere già incappati in questo errore, molto fastidioso e a volte di non immediata soluzione.

Sintomo: ad un certo punto viene mostrato un warning sulle pagine del sito che dice “WordPress Error – Headers Already Sent…” il file incriminato è spesso indicato nel messaggio di errore stesso.

Causa: cercando un po’ in giro si capisce subito che il problema è la presenza di spazi o righe vuote DOPO il codice di chiusura ?> in un file php (quello indicato nel messaggio di errore). A volte ma più raramente accade che il problema si uno  spazio presente PRIMA del codice di apertura <?php

Cura: sembrerebbe ovvio che cancellare le righe o gli spazi vuoti in questione dovrebbe risolvere il problema, se questo non funzionasse (per esempio perchè il server linux, il tipo di trasferimento ftp, l’editor di testo o la codifica ANSI/UTF8 aggiungono anche un solo byte) la soluzione è OMETTERE totalmente il tag di chiusura del php ?> pratica perfettamente valida che risolve definitivamente la questione.

Leggi »